Il "norvegese" o gatto delle foreste norvegesi

17 giugno 2019 da Paolo Zambianchi

Questo animale snello, ma forte e muscoloso è oggi considerato l'antenato della maggior parte delle razzedi gatti a pelo medio-lungo.

Il nostro primo Norvegese acquistato alla fine di novembre 1991 è stato un gatto di nome "U'Melissa von Silberweid". L'unico motivo per cui volevamo far portare dei cuccioli alla nostra Melissa era per renderla meno sola. Il 1° settembre 1992 sono nati quattro gattini e una delle mice, Zariza, è rimasta con noi. Poi è arrivata la prima esposizione a Vaduz e una seconda cucciolata, dato che ci siamo divertiti così tanto con i primi gattini. Alla fine dell'estate del 1994, abbiamo cercato di acquisire un buon gatto maschio, che abbiamo trovato in Norvegia. E' così che abbiamo dato il benvenuto a Pan's Tovin, venuto direttamente da Oslo alla fine di ottobre 1994. Abbiamo periodicamente tenuto un gatto dalle nostre cucciolate o comprato gatti giovani da altri allevatori per continuare l'allevamento. Per quanto riguarda i tre gatti maschi, li abbiamo sempre portati dalla Norvegia. Tutti i nostri gatti vivono con noi in casa e in giardino, e li teniamo a casa anche quando sono castrati. Siamo anche attenti a limitarne rigorosamente il numero. Così, spesso ci è capitato di vendere gattini così adorabili che avremmo tenuto bene. Da più di vent'anni che vendiamo i nostri gattini,siamo sempre rimasti in contatto con tutti gli acquirenti. Se ci sono problemi, per fortuna estremamente rari, cerchiamo una soluzione, anche se questo significa trovare una nuova casa per il gatto, se necessario. E' il nostro modo per assicurarci che nessuno dei nostri gatti finisca alla SPA! 

Nel 2009 eravamo alla ricerca di cibo di qualità e, con nostra grande gioia, ci siamo imbattuti in ANiFiT!

I nostri animali sono quindi in ottima salute e la vendita di cibo ANiFiT ci permette di finanziare i nostri gatti d'allevamento, un elemento importante in questo tipo di attività. Nel febbraio di quest'anno, un maschio Groenendael (pastore belga) è venuto a far parte della famiglia. Gatti e cani vanno d'accordo perfettamente, perché il Greenendael è un cane molto bello e i norvegesi sono molto sicuri di sé, e anche molto socievoli con gli esseri umani.

Un po' di storia sul gatto della foresta norvegese: nell'alto Medioevo, negli altipiani dell'Anatolia e del Caucaso, in inverno si scoprirono regioni estremamente fredde, un tipo di gatto che si era ben adattato a questo clima rigido. Questi animali snelli, ma forti e muscolosi, con mantelli lunghi e spessi, sono oggi considerati gli antenati della maggior parte delle razze a pelo semi-lungo. Si ritiene che i vichinghi abbiano riportato alcuni esemplari di questi animali nelle loro case nell'estremo nord. I norvegesi sono gatti affettuosi e sicuri di sé, anche se a volte mostrano una certa sobrietà. Hanno mantenuto lo spirito indipendente dalla loro razza d'origine, sanno sempre esattamente ciò che vogliono e perseguono con determinazione gli obiettivi che si sono prefissati.

Il gatto della foresta norvegese è una delle grandi razze e si impone per il suo aspetto esterno. Sottile e muscoloso, ha zampe lunghe, più lunghe dietro che davanti, la testa triangolare è caratterizzata da un naso lungo, un profilo continuo e diritto e un mento potente. Le sue orecchie alte, appuntite e appuntite, sono coperte da ciuffi di capelli come quelle della lince. Il denso e nitido sottopelo è ricoperto da un lungo strato di protezione, lucido e leggermente oleoso, con proprietà idrorepellenti uniche che lo rendono impermeabile. In questo modo si ottiene un cappotto "facile da curare" che deve essere pettinato meno spesso. Caratteristiche tipiche che sono particolarmente visibili sono il colletto, le basette sulle guance e le mutandine da fettuccia sulle zampe posteriori. Ciuffi di pelo formano delle "racchette" tra i cuscinetti. La coda del Norvegese è molto lunga e folta. Per quanto riguarda il mantello, tutti i colori sono rappresentati, come per il nostro gatto domestico.

Maggiori informazioni su: www.von-nidaros.ch

<  Vai alla panoramica

Ultimi post

Il diabete mellito nei gatti

07.11.2019 da Andrea Meier

Vai all'articolo

Il diabete mellito nei cani

04.11.2019 da Andrea Meyer

Vai all'articolo

DEGUSTAZIONE GRATUITA

Ordina subito